Tra le iniziative una raccolta firme per liberare il vino dalla morsa della burocrazia e un “brindisi per la legalità”.
Anche quest’anno la Cia-Confederazione italiana agricoltori parteciperà al Vinitaly, il più grande salone italiano dedicato al vino e ai distillati, in programma dal 6 al 9 aprile a Verona.
Nel corso della manifestazione, giunta alla sua 48ª edizione, la Cia promuoverà una serie di iniziative a sostegno dei produttori vitivinicoli: la prima, lunedì 7 aprile organizzata presso lo stand della Confederazione, sarà interamente dedicata ai produttori under 40, che avranno l’opportunità di presentare al pubblico i loro prodotti. Intitolata “Vino Giovane”, l’appuntamento vuole essere un omaggio alle nuove generazioni di produttori, sempre più attenti all’innovazione e alla competitività: seguirà una degustazione guidata di vini biologici aperta a tutti i visitatori della Fiera. Nell’area multimediale dello stand Cia, dove verranno proiettati video tematici e programmi in streaming della WebTv della Confederazione, sarà inoltre presentato un innovativo progetto di consulenza a supporto delle aziende agricole.
L’8 aprile la Confederazione presenterà l’iniziativa “Libera il vino dalla morsa della burocrazia” cui seguirà un raccolta firme che ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della semplificazione amministrativa.
“Un brindisi per la legalità” sarà il tema dell’ultima giornata, il 9 aprile: ai giornalisti invitati verranno presentati i risultati della collaborazione tra Cia e Associazione Libera per la riconversione dei territori confiscati alle mafie.