maniocaIl popolo mozambicano non sa proprio fare a meno della manioca, sia della sua grossa radice ricca di amido, che delle sue foglie, con le quali si preparano alcuni piatti, come la matapa. Non c’è piccolo produttore agricolo che non ne coltivi almeno qualche pianta nella sua machamba. Sarà per questo che a una varietà è stato dato il nome di Nahalima, che significa “se non ci fosse, che cosa mangeremmo?”.