Progetto E-NetMercoledì 27 febbraio, presso l’azienda agrituristica Cascina Forestina di Cisliano, Cia Agricoltori Italiani Provincia Centro Lombardia ha partecipato all’incontro “Welfare e Imprese agricole” promosso da Città Metropolitana di Milano, azienda SoLe e Piano sociale di Zona, e coordinato dall’associazione Irene, nell’ambito del progetto E-Net, di conciliazione vita-lavoro nelle micro e piccole medie imprese dell’area dell’abbiatense-magentino. Scarica la scheda riepilogatica del progetto

Nel corso della giornata sono state presentati i piani di conciliazione predisposti dalle sei aziende agricole aderenti, e dal Consorzio Dinamo.

I Piani di conciliazione sono stati predisposti a seguito di questionari di rilevazione dei bisogni sia per le imprese che per i dipendenti delle stesse, sperimentando nuove modalità collaborative, favorendo la costituzione di aggregazioni per consentire alle imprese di esercitare una o più attività attinenti i servizi di conciliazione vita-lavoro in comune tra le aziende aderenti.

A conclusione della giornata è stato siglato dalle parti presenti, tra cui il Direttore di Cia Agricoltori Italiani Provincia Centro Lombardia, Paola Santeramo, l’Accordo interaziendale di conciliazione vita-lavoro. Aggregazione aziende agricole” che coinvolge trentacinque partner.

Con questo atto continua il percorso iniziato il 7 luglio 2017 con la sottoscrizione dell’alleanza territoriale, che ha visto come capofila l’Azienda SoLe di Legnano e le parti sociali impegnate a favorire la diffusione della cultura della conciliazione anche nelle micro e piccole e medie aziende, e continuato con la firma il 29 maggio 2018 dell’accordo territoriale per le micro, piccole e medie imprese e cooperative.

L’accordo ha carattere sperimentale e ha lo scopo di favorire operatività, nel territorio del Magentino, del progetto E.Net: Equilibrio vita-lavoro in RETE, progetto di promozione del welfare aziendale e doi conciliazione vita-lavoro, nell’ambito del Piano territoriale di ATS di Città Metropolitana.

Cia Agricoltori Italiani Provincia Centro Lombardia è stata presente fin dall’inizio in questo percorso che ha visto coinvolte le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, API, associazione piccole e medie industrie, Confartigianato e Confcommercio.

L’accordo territoriale ha permesso di coinvolgere realtà produttive che, per le loro ridotte dimensioni, sono state spesso escluse dai benefici previsti dalla normativa per gli interventi di welfare aziendale, sia in termini di defiscalizzazione che di decontribuzione. In questo modo si è aperta la possibilità per le aziende agricole di stipulare accordi di secondo livello, condizione necessaria per accedere ai benefici per i premi di produttività da destinare a servizi di welfare.

Ciò ha permesso di coinvolgere le imprese del settore primario, generalmente non comprese da queste azioni di inclusione sociale, in un percorso di crescita delle tematiche spesso patrimonio di grandi aziende industriali che hanno promosso interventi di conciliazione vita-lavoro per i propri dipendenti.

In questo percorso le aziende agricole sono state protagoniste attive sia predisponendo piani di conciliazione per i propri lavoratori, che come partner dell’alleanza come fornitori di servizi di welfare per le realtà territoriali, stimolando la multifunzionalità aziendale.

Cia Agricoltori Italiani Provincia Centro Lombardia è stata impegnata anche in altre alleanze territoriali nell’area di Città Metropolitana per promuovere la cultura della conciliazione vita-lavoro e la diffusione di politiche di welfare aziendale integrativo, coinvolgendo il settore agricolo in questo percorso.