mercato_rionaleLa Cia commenta i dati diffusi dall’Istat: dopo aver trascinato le vendite “made in Italy” sui mercati stranieri per tutto il 2013, a gennaio l’agroalimentare subisce la prima inversione di tendenza. Colpa degli allagamenti estesi che hanno messo sott’acqua migliaia di ettari coltivati e rallentato tutta la logistica. Dopo aver contribuito a mantenere in territorio positivo l’export “made in Italy” per tutto il 2013, l’agroalimentare ha iniziato l’anno nuovo con una preoccupante inversione di tendenza sui mercati stranieri.