(Ln – Milano, 22 lug) “Oggi in sede di Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino del Fiume Po si è affrontato e risolto il problema del livello del Lago Maggiore e conseguentemente della sperimentazione in corso per il Deflusso Minimo Vitale (DMV) del fiume Ticino che ha un grande impatto per la tutela dell’ecosistema e la garanzie degli usi irrigui per l’agricoltura”.
Lo ha detto l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Regione Lombardia Claudia Maria Terzi, al termine dell’incontro.

RISPOSTA AD ESIGENZE - “La strategia della collaborazione istituzionale – ha aggiunto la titolare regionale all’Ambiente – ha pagato, conducendo a una prima risposta concreta, in tempo stretti, alle esigenze poste sia dagli agricoltori che dal parco del Ticino. Una bella collaborazione istituzionale di cui va dato merito soprattutto all’Autorità di Bacino del Fiume Po”.

GUARDIA ALTA - “Dopo aver ottenuto il livello a  + 1 metro e 25 centimetri – ha concluso l’assessore Terzi – Regione Lombardia non abbassa la guardia restando l’obiettivo quello di ripristinare completamente i livelli del Lago Maggiore a + 1
metro e 50 centimetri. Per fare questo è stato avviato un serio percorso di definizione dei tempi e delle modalità necessarie”.(Ln)