L’organizzazione giudica dannoso l’emendamento presentato dal M5S

Roma, 7 dic – Inutile e dannoso. Così la Cia-Agricoltori Italiani giudica l’emendamento alle legge di Bilancio sui 40 milioni ai dipendenti Federconsorzi presentato in commissione Agricoltura dal Movimento Cinque Stelle.

Continuano i tentativi di resuscitare un carrozzone fallito ben 25 anni fa spiega la Cia rifinanziando un sistema, quello consortile, che ha già prodotto incredibili danni e che potrebbe portare a connivenze pericolose con il malaffare.

Invece di tornare a parlare di nuovo di Federconsorzi, un ente che la legge in vigore qualifica come meritevole di liquidazione ed estinzione, si pensi a investire le risorse in gioco per risolvere problemi veri che riguardano tutta l’agricoltura.