L’ex presidente di Cia Milano-Lodi-Monza e Brianza è titolare di un allevamento di bovini da latte a Cisliano, nel Parco Agricolo Sud MilanoL’elezione è avvenuta lunedì 18 giugno nel corso della seconda assemblea elettiva dell’associazione dedicata al biologico di Cia-Agricoltori Italiani Lombardia tenutasi a Milano in Piazza Caiazzo 3.
Sono molto onorato della fiducia accordatami e cosciente delle questioni che dovrò affrontare nel prossimo quadriennio, in relazione alle problematiche derivanti dalla forte affermazione che ha avuto il comparto negli ultimi anni”, ha dichiarato Olivero. “Molte sono le questioni da portare avanti a livello regionale. Sottolineo ad esempio che il Psr ha già esaurito le risorse destinate all’agricoltura bio e questo denota una mancanza di strategia per il settore”.

L’assise ha visto fra gli altri la partecipazione anche di Federico Marchini, attuale presidente di Anabio nazionale e candidato per il secondo mandato all’assemblea elettiva dell’associazione che si svolgerà a Roma il prossimo 26 giugno.

Marchini ha illustrato i contenuti del documento programmatico 2018 / 2022 e descritto i mutamenti dell’agricoltura biologica avvenuti negli ultimi 20 anni con le problematiche derivanti dalla forte espansione. Il presidente nazionale ha poi sottolineato la necessità che l’Organizzazione abbia un costante rapporto col territorio.

A ricordare la sempre maggiore importanza del settore biologico in agricoltura è stato anche il presidente di Cia Lombardia Giovanni Daghetta, che ha aperto i lavori dell’assemblea, evidenziando l’indispensabilità del supporto di Cia Agricoltori Italiani alle aziende associate che operano nel settore e lo scarso coordinamento con Bruxelles.

Presenti all’assemblea anche la vicepresidente regionale di Cia Lombardia Lorena Miele, il direttore regionale di Cia Lombardia Paola Santeramo, il presidente di Cia Alta Lombardia Emilio Molteni, Davide Lanati di Cia Pavia e gli agricoltori biologici associati a Cia Marco Cuneo, Massimo Crugnola, Enrico Prina, Francesco Ghezzi, Tommaso Montorfano, Anna Baroni, Alberto Cassani, Gabriele Corti, Niccolò Reverdini, Marilena Pinti.

Milano, 21 giugno 2018